Il DAS Elettronico diventa obbligatorio dal 1 ottobre 2020

L’Agenzia delle Dogane al fine di contrastare l’evasione fiscale, prevenire i fenomeni fraudolenti e rendere più efficace la lotta all’illegalità nel settore dei prodotti energetici ha realizzato i servizi per la digitalizzazione del Documento di Accompagnamento Semplificato (DAS). L’obiettivo è quello di eliminare il documento cartaceo, di velocizzare il lavoro delle aziende e i controlli da parte dell’agenzia doganale.

La nostra soluzione è semplice, sicura e automatica: in particolare il programma gestisce tutti i processi relativi al DAS elettronico; dal processo ordinario SPEDITORE/DESTINATARIO al rigetto di un DAS; dal rifiuto totale/parziale della merce al cambio di destinazione spontaneo, fino all’annullamento del DAS elettronico, al DAS elettronico cumulativo, alla reintroduzione in deposito e alla stampa del DAS.

Soggetti e prodotti coinvolti:

le strutture coinvolte come speditori della merce sono i soggetti che trasferiscono prodotti energetici assoggettati ad accisa, depositari autorizzati ai sensi dell’articolo 5 del TUA (Testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative accise) oppure esercenti depositi commerciali di prodotti di cui all’articolo 25, comma 1, del TUA, intestatari della relativa licenza fiscale.
I soggetti coinvolti come destinatari interconnessi della merce sono gli esercenti depositi commerciali e gli esercenti impianti di distribuzione non presidiati.

In sostanza:

Esercenti depositi commerciali
Esercenti impianti di distribuzione non presidiati

I prodotti coinvolti, al momento, sono esclusivamente benzina e gasolio per autotrazione usati come carburanti ed assoggettati all’aliquota di accisa normale.

Il DAS diventa elettronico e obbligatorio: SEDAS è pronta per questa nuova sfida!

Richiedi una demo gratuita, contattaci ora: 0971508400 oppure scrivi a sedas@sedaspz.com